Superficie: 15,03 kmq
CAP: 22020
Altezza s.l.m.: 300 m
Abitanti: 1.243
Municipio: Via Pietro Binda, 9 - Tel. 031.910106
Nesso - Il borgo pittoresco

Nesso è un pittoresco borgo della sponda orientale del ramo comasco del Lario, allo sbocco a lago dell’omonima valle. Affacciato sul lago e caratterizzato dal percorso dei torrenti Nosè e Tuf, che confluiscono per gettarsi nella cascata dell’orrido, deve il suo nome, con tutta probabilità, alla divinità celtica delle acque, “Ness”.
Il ritrovamento di un masso coppelliforme (masso erratico con incavi a forma di piccole coppe) e di un’ascia in pietra dell’età neolitica testimoniano che il territorio è stato abitato fin dall’epoca preistorica. Si sa che prese parte all’alleanza celtica Insubre-Comense che fu sconfitta nel 196 a.C. dal console Marcello, anche se la sua romanizzazione incominciò solo alla fine del I sec a.C.
Con la diffusione del Cristianesimo poi divenne una pieve molto importante, il cui territorio comprendeva dieci paesi, tra cui alcuni situati sulla sponda opposta del lago.
Lo spettacolo dell’orrido di Nesso si può ammirare dalla Strada provinciale 583 “Lariana”, oppure scendendo fino al lago con la caratteristica gradinata di oltre 340 scalini affiancata dalle case, da un antico ponticello romanico che congiunge le due sponde del corso d’acqua. Si tratta del ponte della Civera, famoso anche per essere stato location in alcune scene del primo film di Alfred Hitchcock: Il labirinto della passione. Poco lontano sorgono i resti del castello, con un muraglione su cui si innalzano tre torrette. Salendo a circa 900 m. d’altezza si arriva al Pian di Nesso, caratteristica località montana e luogo di passaggio degli itinerari che portano ai monti Palanzone e San Primo.
La chiesa parrocchiale invece, dedicata ai Santi Pietro e Paolo, è stata consacrata da papa Urbano II, mentre si dirigeva in Francia per il concilio di Clermont. Costruita nell’undicesimo secolo, subì alcuni interventi di restauro nel XVI secolo e oggi ha l’aspetto di un edificio in stile barocco. La chiesetta di Santa Maria a Vico, in stile romanico, infine, conserva al suo interno pregevoli affreschi di epoca rinascimentale.

LA GUIDA